Augusto è apprezzato dai popoli stranieri - VERTE - Versione latino Eutropio

Versione da VERTE MECUM N. 56 pagina 171

Scythae et Indi, quibus antea Romanorum nomen incognitum fuerat, munera et legatos ad eum miserunt.

Galatia quoque sub hoc provincia facta est cum antea regnum fuisset, priusque eam M. Lollius pro praetore administravit. Tanto autem amore etiam apud barbaros fuit, ut reges populi Romani amici in honorem eius conderent civitates, quas Caesareas nominarent, sicut in Mauritania rex Iuba fecit et in Palestina, ubi Caesarea nunc urbs est clarissima. Multi autem reges ex suis regnis venerunt, ut ei obsequerentur et habitu Romano togati ad vehiculum vel equum ipsius cucurrerunt.

Rem publicam beatissimam Tiberio successori reliquit, qui privignus ei, mox gener; postremo adoptione filius fuerat.
Gli Sciti e gli Indi, ai quali in precedenza era stato sconosciuto il nome dei Romani, gli (ad Augusto ovviamente) inviarono dei doni e degli ambasciatori. Anche la Galazia diventò sotto questi anche provincia poiché era stata dapprima un regno, e Marco Lollio la amministrò per primo come pretore.

Di tanto affetto poi godette anche presso i barbari, che i sovrani amici del popolo romano fondarono città in suo onore, ora è una famosissima città. Arrivarono poi molti sovrani dai propri regni, per rendergli omaggio e vestiti secondo la moda romana accorsero verso il suo carro o il suo cavallo. Lasciò uno stato molto fiorente al successore Tiberio, il quale gli era stato dapprima figliastro, poi genero; infine figlio per adozione.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:15:25 - flow version _RPTC_G1.1