Moderazione di Vespasiano (Versione latino Eutropio)

Moderazione di Vespasiano
Autore: Eutropio In Limine Memoriae
pagina 69 Numero 18

Vespasianus huic successit, factus apud Palaestinam imperator, princeps obscure quidem natus, sed optimis conparandus, privata vita inlustris.

Vespasiano ebbe un carattere estremamente indulgente, al punto da punire difficilmente con una pena più grave dell'esilio anche coloro che si erano macchiati di delitti di lesa maestà nei confronti della sua persona.

Non diede molto peso ad offese ed inimicizie, sopportò con indulgenza le frecciate e le accuse scagliategli contro da avvocati e filosofi, mentre invece fu un inflessibile custode della disciplina militare.

Egli insieme col figlio Tito portò vittoriosamente a termine la guerra contro gli Ebrei. Dopo essere riuscito, grazie a tali qualità, ad entrare nelle grazie del senato, del popolo, e insomma di chiunque, morì a 69 anni compiuti nella sua villa nei dintorni della Sabina per un'emorragia allo stomaco - dopo 9 anni e 7 giorni d'impero - e ascese tra gli dèi.

Amò così tanto i figli, che - sebbene gli ordissero contro molte congiure egli, pur avendole scoperte, fece conto di nulla ingenti dissimulatione, (tanto che) in senato avrebbe dettato (questa condizione): che o i figli - o nessun (altro) - avrebbero preso il suo posto sul regno.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:16:02 - flow version _RPTC_G1.1