Scipione conquista Cartagine - LINGUA MAGISTRA

Scipione conquista Cartagine
Eutropio Nova Lexis e lingua magistra

Cum igitur clarum Scipionis nomen esset, iuvenis adhuc Scipio Aemilianus consul est factus et contra Carthaginem missus.

Mentr'era, dunque, in auge il nome di Scipione, Scipione Emiliano - (che a quel tempo era) ancora un ragazzo - fu eletto console e inviato a combattere Cartagine.

(Ebbene) costui la espugnò e la distrusse. Le spoglie che lì ebbe rinvenuto - (spoglie) che Cartagine aveva accumulato nel corso delle rovinose spoliazioni delle molteplici popolazioni da lei sconfitte - e gli ornamenti delle città li restituì ai popoli della Sicilia, dell'Italia e dell'Africa, che li riconoscevano come propri.

E così, Cartagine fu rasa al suolo 700 anni dopo ch'era stata fondata. Scipione ben meritò il nome che l'avo aveva acquisito, tant'è che, anch'egli, in ragione del valore (dimostrato) fu detto Africano: l'Africano minore

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:16:20 - flow version _RPTC_G1.1