Scipione viene mandato in Africa (Versione latino Eutropio)

Scipione viene mandato in Africa - Eutropio

Inizio: Anno quarto decimo posteaquam in Italiam Hannibal venerat… Fine: …Ipse a Chartaginiensibus redire in Africam iubetur, quam Scipio vastabat.

Quattordici anni dopo che Annibale era venuto in Italia, Scipione, che aveva agito molto bene in Spagna, fu fatto console e mandato in Africa.

Si riteneva che fossero inserite in quell’uomo qualità divine, a tal punto che si credeva conversasse anche con le divinità. Egli combatte in Africa contro Annone, capo degli africani, e distrugge il suo esercito.

Nella seconda battaglia occupa l’accampamento con 4500 soldati e ne uccise 11000. Cattura Siface, re dei Numidi, che si era unito insieme agli africani e invade il suo accampamento.

Siface è mandato a Roma da Scipione con i Numidi più nobili e un bottino infinito. Udito questo fatto, quasi tutta l’italia avrebbe negato aiuto a Annibale. Gli viene ordinato a lui stesso dai cartaginesi di tornare nell’Africa, che Scipione devastava.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:16:20 - flow version _RPTC_G1.1