Un censimento a Roma - NOVA LEXIS - Versione latino Eutropio

Versione da nova lexis p273 n 12
Traduzione libera

Anno quadringentesimo septuagesimo septimo, cum iam clarum urbis Romae nomen esset, arma tamen extra Italiam mota non fuerant.

Ut igitur cognosceretur, quae copiae Romanorum essent, census est habitus. Tum inventa sunt civium capita ducenta nonaginta duo milia trecenta triginta quattuor, quamquam a condita urbe numquam bella cessassent. Et contra Afros bellum susceptum est primum Ap. Claudio Q. Fulvio consulibus. In Sicilia contra eos pugnatum est et Ap.

Claudius de Afris et rege Siciliae Hierone triumphavit.

Nell'anno 477 dalla fondazione di Roma, anche se il nome di Roma era diventato famoso, tuttora le sue armi non erano state portate fuori dall'Italia. Fu tenuto un censimento quindi così che potesse essere accertato quali fossero le forze di Roma.

In questa occasione il numero dei cittadini fu trovato essere di 292. 334, benché dalla fondazione di Roma le guerre non erano finite. Fu allora che la prima guerra fu iniziata contro gli Africani, durante il consolato di Appio Claudio e Quinto Flavio. Una battaglia fu combattuta contro di loro in Sicilia; e Appio Claudio ottenne un trionfo per una vittoria contro gli Africani e (contro) Gerone, re di Sicilia.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:15:26 - flow version _RPTC_G1.1