Giove Minerva e gli alberi sacri

Un dì gli Dei scelsero le piante che desideravano (fossero) sotto la loro tutela.

La quercia piacque a Giove, ma il mirto (piacque) a Venere, ad Apollo (piacque) l’alloro, il pino (piacque) a Opi, l’alto pioppo (piacque) ad Ercole. Minerva, sbalordendosi, domandò perché scegliessero le (piante) sterili.

Giove rispose (qual era) il motivo di quella scelta: “Perché non sembriamo vendere l’onore per il frutto!” “Ma, per Ercole, narrerà quello che ognuno vorrà, a noi l’olivo è più gradito per il frutto!” Così allora il padre degli Dei e creatore degli uomini affermò: “O figlia, giustamente sei detta saggia da tutti! Se non è utile ciò che facciamo, la gloria è sciocca.

” La favola insegna che non fa nulla ciò che non giova.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:51:16