I libri sibillini (Versione latino Gellio)

Quaedam anus hospita atque incognita videtur olim ad Tarquinium regem se contulisse, novem libros secum ferens, quos divina Gracula continere dicebat et vendere cupiebat.

Cum Tarquinius pretium percontatus esset, anus nimiam atque immensam pecuniam petìvit; quasi anus aetate desiperet, rex derisit. Tum illa, foculo cum igni ante eum posito, tres ex novem libris combussit et ex eo num sex reliquos eodem pretio emere vellet quaesivit.

Sed Tarquinio, multo magis ridenti, anus sine dubio delirare visa est. At mulier ibidem statini, , aliis tribus libris combustis, placide ex rege iterum quaesivit num reliquos tres libros eodem pretio emere vellet.

Tum Tarquinius ore serio ac animo attentiore factus est; nam mulierem tam constantem securamque de se contemnendam sibi non esse putavit; itaque libros statini maxime pretio emit. Cum a Tarquinio anus abisset, nemo umquam quo ea se contulisset scivit: quod nusquam loci iam visa est.

Sembra che una vecchia straniera e sconosciuta, si fosse recata dal re Tarquinio, portando con se nove libri che diceva contenere oracoli divini e desiderava venderli.

Avendole Tarquinio chiesto il, la vecchia chiese un'eccessiva ed ingente somma di denaro; il re la derise, come se per l'età l'anziana fosse fuori di senno. Allora quella, posto un braciere con delle fiamme davanti a lui, bruciò tre dei nove libri e gli chiese se volesse comperare i sei libri rimanenti al medesimo prezzo.

Ma a Tarquinio, che rideva sempre di più, la vecchia sembrò senza dubbio delirare. Ma invece la donna all’istante, bruciati altri tre libri, placidamente chiese per la seconda volta al re se volesse comperare i restenti tre libri allo stesso prezzo.

Allora Tarquinio si fece dal volto serio e dall'animo attento; infatti ritenne che una donna tanto coerente e sicura di sé non dovesse essere sottovalutata; pertanto comprò subito i libri al massimo prezzo. Dopo che la vecchia se ne andò via da Tarquinio, nessuno mai seppe dove quella si fosse recata poiché in nessun luogo fu mai più vista.

Traduzione dal libro CONTEXTERE VERBA

Si racconta che una volta una vecchia straniera e sconosciuta si sia recata dal re Tarquinio, portando con se 9 libri, che diceva contenessero gli oracoli sacri, e desiderava venderli. Quando Tarquinio domandò il prezzo, la vecchia chiese un'eccessiva e smisurata quantità di denaro; il re allora la derise, come se la vecchia con l'età avesse perso il senno. Allora lei, dopo aver messo un braciere con il fuoco davanti a lui, bruciò tre dei nove libri e gli chiese se volesse comperare i sei rimanenti allo stesso prezzo. Ma a Tarquinio, che rideva ancora di più, la donna sembrò delirare. Ma la donna immediatamente in quello stesso luogo, dopo aver bruciato altri tre libri chiese al re se volesse comperare i tre restanti libri allo stesso prezzo. Allora Tarquinio divenne serio in volto e con l'animo più attento; infatti ritenne di non dover sottovalutare una donna tanto insistente e sicura di se; pertanto acquistò subito i libri al prezzo più alto. Quando la vecchia si fu allontanata da Tarquinio, nessuno seppe mai dove ella si fosse rifugiata, poiché non fu vista più in nessun altro posto.

Clicca qui per la traduzione dal libro Mondo latino

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:48:47