L'eroismo di un tribuno - versione latino Gellio

Imperator Poenus in terra Sicilia bello Carthaginiensi primo obviam Romano exercito procedit, colles locosque magis idoneos pugnando prior occupat.

Milites Romani autem in locum insinuant fraudi et perniciei obnoxium. Tribunus ad consulem venit, ostendit exitium de loco importuno occupando maturum esse. "Censeo" inquit "si rem servare vis, faciendum esse ut quadringentos aliquos milites ad illum locum editum asperumque ire iubeas, eumque ut occupent imperes; ubi hostes profecto id viderint, fortissimus quisque et promptissimus ad occursandum pugnandumque in eos praemittentur; fortissime pugnabunt atque illi omnes quadringenti sine dubio obtruncabuntur.

Tunc interea occupatis in ea caede hostibus, facultatem habebis educendi exercitus ex illo loco iniquo.

Nulla alia salutis via est." Consul respondit tribuno: "Sed cui isti milites quadringenti ad eum locum ducendi erunt?" "Si alium" inquit tribunus "neminem reperis, ego hanc tibi et reipublicae animam do". Consul tribuno gratias laudesque agit. Sic tribunus et quadringenti ad mortem proficiscuntur.

Il comandante Punico in terra Sicilia durante la guerra Cartaginees, dapprima avanza contro l'esercito Romani, e per primo occupa colli e luoghi molto adatti per combattere.

I soldati Romani si introducono in un luogo esposto al pericolo e all'insidia. Un tribuno va dal console, mostra che la rovina per l'occupazione di un luogo inopportuno è incombente. "Ritengo" disse "se vuoi salvare la situazione, che tu debba ordinare a quattrocento soldati di andare in quel luogo elevato e scosceso e comandare loro di occuparlo; quando i nemici vedranno ciò, saranno mandati i più forti e i più pronti per opporsi e combattere contro di loro; combatteranno molto valorosamente e tutti quei quattrocento senza dubbio saranno uccisi.

Allora in quel mentre, essendo i nemici occupati in quella strage, avrai la possibilità di condurre via l'esercito da quel luogo sfavorevole.

Non c'è nessun'altra via di scampo". Il console rispose al tribuno: "Ma chi dovrà condurre questi quattrocento soldati in quel luogo?". Disse il tribuno: "Se non trovi nessun altro, io do questa anima a te e allo Stato". Il console rende grazie e lodi al tribuno. Così il tribuno e quattrocento soldati partono verso la morte.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:48:47