Non si deve parlare a vanvera - Versione Gellio

Non si deve parlare a vanvera
versione latino Gellio

Qui sunt leves et futtiles et inportuni locutores quique nullo rerum pondere innixi verbis uvidis et lapsantibus diffluunt, eorum orationem bene existimatum est in ore nasci, non in pectore.

Linguam autem debere aiunt non esse liberam nec vagam, sed vinclis de pectore imo ac de corde aptis (provenienti) moveri et quasi gubernari. Sed enim videas quosdam scatere verbis sine ullo iudicii negotio cum securitate multa et profunda, ut loquentes plerumque videantur loqui sese nescire.

Ulixen contra Homerus, virum sapienti facundia praeditum, vocem mittere ait non ex ore, sed ex pectore, quod scilicet non ad sonum magis habitumque vocis quam ad sententiarum penitus conceptarum altitudinem pertineret, petulantiaeque verborum coercendae vallum esse oppositum dentium luculente dixit, ut loquendi temeritas non cordis tantum custodia atque vigilia cohibeatur, sed et quibusdam quasi excubiis in ore positis saepiatur.

Quelli che sono vani futili e importuni, e quelli che senza dare alcun peso al loro significato lasciano scorrere parole inconsistenti e vuote, si può bene affermare che il loro ciarlare nasce dalle labbra e non dal cuore: si dice infatti che la lingua non deve essere senza freni né regola ma smossa e quasi comandata da legami che provengono dal profondo dell'animo e del cuore.

Eppure si vede gente che butta fuori parole senza alcuna cura di discernimento, con un così grande e profonda sicurezza che sembrano parlando di non sapere che stanno parlando.

Omero invece narra che Ulisse, uomo fornito di sapiente eloquenza, faceva uscire le proprie parole non dalla bocca ma dal petto.

E certamente non ha voluto riferirsi al suono e all'acento della voce ma alla elevatezza dei concetti espressi. E altrove dice brillantemente che i denti sono un'ottima barriera per contenere l'eccessiva abbondanza delle parole si che l'irriflesione verbale è tenuta a freno non soltando dall'attenzione e la vigilanza dell'animo ma anche da una specie di sentinella posta nella bocca.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:48:47