Suonare il flauto è indecoroso - Gellio versione latino

Suonare il flauto è indecoroso
Versione di latino di Gellio LIBRO COMES IN ITINERE

Antiquitus Romanos pudebat tibiis canere, quod contra Graecis homines liberos maxime decere videbatur.

Apud Athenienses pueri nobili genere a prima aetate musicam discebant. Cum Alcibiades Atheniensis apud avunculum Periclen puer artibus ac disciplinis liberalibus erudiretur, arcessi Pericles Antigenidam tibicinem iussit, quem Graeci optimum musicorum illius aetatis habebant, ut eum canere tibiis, quod honestissimum tum videbatur, doceret.

Cum autem puer traditas sibi tibias ad os adhibuisset et buccas inflatas vidisset, deformitatis vultus sui eum puduisse dicitur, quam ob rem tibias infregit abiecitque.

Ea res cum percrebruisset, omnium tum Atheniensium consensu illa disciplina desita est nec quisquam amplius nobili loco eam discere voluit.

Nel tempo antico i Romani si vergognavano di suonare il flauto, cosa che invece ai Greci sembrava si addicesse molto a uomini liberi.

Presso gli Ateniesi i fanciulli nobili di stirpe imparavano la musica dall'infanzia. Poichè l'Ateniese Alcibiade fu educato da fanciullo presso lo zio Pericle nelle arti e nelle discipline liberali, Pericle ordinò che fosse chiamato Antigenida, il suonatore di flauto, che i Greci consideravano il migliore tra i musicisti di quell'età, affinché gli insegnasse a suonare il flauto.

Invece dopo che il ragazzo ebbe avvicinato alla bocca i flauti consegnatigli e ebbe visto la guancia gonfiata, disse che si vergognava del suo volto deformato, per la qual cosa ruppe i flauti e li gettò via.

Quando quella notizia si diffuse, con il consenso di tutti gli Ateniesi fu abbandonata tale disciplina e nessuno di condizione nobile volle più impararla.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:48:37