Castelli in aria (Versione greco - Gymnasion)

Castelli in aria
versione greco e traduzione libro gymnasion

Ανηρ τις πενης και απορος βουτυρον και μελι εν αγγειω εις την αγοραν εφερεν, και αμα βαδιζων καθ' εαυτον ελογιζετο τοιαδε λεγων· «Νυν μην το τοιουτο βουτυρον και μελι πωλησω, και δια του τιμηματος δεκα αιγας αγορασομαι, αι πλειστους εριφους αποτεξουσι μοι, δι ων εξωνησομαι βοας εκατον, και οι αυτων αρουρας κατασπερω, και εκ των καρπων αφνειος γενησομαι, και μεγαλην οικιαν εγερω και δουλους εξωνησομαι, και γυναικα γαμω λαμπροτατην, ητις καιδα τεξεται, αρρηνα, και τουτον καλεσω Παγκαλον, και αυτον παιδευσω ως δει, και ειπερ τουτον θεασομαι αμελουντα, ταυτη τη ραβδω τονδε τον τροπον τυψω». Και αμα ταυτα λεγων τυπτει τη ραβδω τον αερα· κρουει δε δι αυτης απερισκεπτως τα αγγεια, χεων μεν το βουτυρον και το μελι, το δε κενον οναρ διαφθειρων.


Proposta di traduzione n. 1

Un uomo povero e privo di risorse portava nella piazza (del mercato), dentro un recipiente, del burro e del miele, mentre camminava pensava tra sè e sè dicendo queste parole: "Ora di certo venderò questo burro e miele e con il ricavato comprerò 10 capre, che partoriranno a mio vantaggio moltissimi capretti, per mezzo dei quali acquisterò 100 buoi e seminerò le terre arate per mezzo di questi e diventerò ricco con i frutti, erigerò una casa grande, comprerò dei servi, sposerò una donna bellissima che partorirà un figlio, maschio, che chiamerò Pancalo e lo educherò come si deve, e se per caso vedrò che si comporta con trascuratezza, colpirò con la verga questo suo carattere". E mentre così parlava fende con il bastone l'aria;

ma colpisce senza accorgersene i recipienti, versando il burro e il miele e distruggendo così il sogno (ormai) vano.

Proposta di traduzione numero 2

Un uomo povero e bisognoso portava del burro e del miele nel vaso per il mercato, e mentre camminava calcolava di fronte a lui dicendo. "Ora venderò certamente tale burro e tale miele, e comprerò dieci capre, che partoriranno a me moltissimi capretti, attraverso i quali comprerò cento mucche, e attraverso quaesteseminerò i campi, e dienterò ricco dai frutti, e comprerò una grande casa e comprerò schiavi, e sposerò una bellissima donna, la quale farà figli, maschi, e li chiameremo e lo educheremo, e se veramente lo ocnsidererò maleducato, lo colpirò in questo modo con il bastone. " E dicendo al tempo stesso ciò colpiva con il bastone il cesto; Batte per questo sconsideratamente i vasi, gettando il burro e il miele, rovinando il meraviglioso sogno.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:37:03 - flow version _RPTC_G1.1