Cilone - versione greco dal libro GYMNASION

Cilone

versione greco dal Libro: Gymnasion vol.

2 pag. 101 n° 147
Κυλων ολιμπιονικης ανηρ Αθεναιος ην, ...
...τον δε τυραννον ϰατελυσαν
Cilone, era un uomo Ateniese vincitore nei giochi Olimpici, nobile di origine e ricco; aveva sposato la figlia di Tegene, uomo Megarese, il quale in quel tempo era signore di megara. A Cilone che consultava l'oracolo di Delfi, il dio rispose che nella grandissima festa in onore di Zeus prendesse l'acropoli degli Ateniesi. Allora avendo preso una forza militare da Tegene e avendo persuaso gli amici, quando arrivarono le Olimpie* dal Peloponneso occupò l'acropoli allo scopo di instaurare la tirannide, avendo pensato che quella fosse la festa grandissima in onore di Zeus e che avesse a che fare qualcosa con lui, che aveva vinto alle Olimpie. Credendo di pensare giustamente si accinse all'impresa. Gli Ateniesi venuti a saperlo accorsero in massa dai campi contro quelli e accerchiarono Cilone e quelli che erano con lui li strinsero d'assedio, e uccisero il tiranno.

Traduzione di altro utente Cilone era un ATENIESE VINCITORE DI GIOCHI OLIMPICI, TRA GLI ANTICHI NOBILE E POTENTE; AVEVA SPOSATO UNA FIGLIA DI TEOGENA, (UOMO) DI MEGARA CHE I QUEL TEMPO ERA TIRANNO DI MEGARA. A CILONE CHE LO CONSULTAVA A DELFI, IL DIO RISPOSE DI IMPADRONIRSI DELL'ACROPOLI DI ATENE NELLA MASSIMA FESTIVITà DI GIOVE. EGLI, ALLORA, AVENDO PRESO UN CONTINGENTE DA PARTE DI TEOGENE E CONVINTO GLI AMICI, QUANDO GIUNSERO LE OLIMPIE CHE (SI CELEBRAVANO) NEL PELOPONNESO OCCUPò L'ACROPOLI CON L'INTENZIONE DI INSTAURARVI LA TIRANNIDE, AVENDO PENSATO CHE FOSSE LA PIU GRANDE FESTA DI GIOVE E CHE LO RIGUARDASSE SOTTO QUALCHE ASPETTO, EGLI CHE AVEVA VINTO LE OLIMPIE.

STIMANDO DI CONOSCERE RETTAMENTE, SI ACCINSE ALL'OPERA. MA, GLI ATENIESI, VENUTI A CONOSCENZA ACCORSERO IN MASSA DAI CAMPI CONTRO DI LORO E, ACCAMPATISI METTEVANO L'ASSEDIO.
Traduzione da altro libro non pervenuto Cilone olimpionico era Ateniese, tra gli antichi nobile e capace: aveva sposato la figlia di Teagene, megarese, ke in quel tempo era tiranno di Megara. La divinità disse a Cilone quando chiese un responso a Delfi di prendere l'acropoli di Atene nella grande festa di Zeus. Questi col potere di Teagene e avendo persuaso gli amici, allorché giunsero le Olimpie del Peloponneso occupò l'acropoli x la tirannide, avendo ritenuto cke fosse la grande festa di Zeus e ke toccasse a lui, avendo vinto le Olimpiadi. Ritenendo giusto sapere intraprese l'impresa. Gli Ateniesi accorgendose(ne) furono chiamati tutti dai campi contro di loro e attaccando Cilone e i suoi compagni sciolsero l'assedio, e deposero la tirannide

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:29:45 - flow version _RPTC_G1.1