La vita di Meleagro era legata ad un Tizzone

Altea generò da Oimeo il figlio Meleagro.

Quando questo aveva sette giorni le Moire vennero e annunciarono che Meleagro sarebbe morto quando il tizzone che bruciava nel focolare si fosse spento. Udito ciò Altea portò via il tizzone e lo depose in una cassa. Meleagro divenne un uomo invincibile e forte morì in questo modo. Oimeo sacrificando a tutti gli dei le primizie dei frutti che spuntavano ogni anno nella regione, dimenticò soltanto Artemide.

Infatti questa essendo adirata fece venire un cinghiale di straordinaria grandezza e forza che impediva il raccolto e distruggeva le greggi e quelli in cui si imbatteva.

Perciò. Oimeo fece chiamare i più valorosi (uomini) della Grecia e annunciò che avrebbe dato in pegno la pelle della bestia a colui che l'avrebbe uccisa. Ospitò Eneo quelli che erano arrivati per nove giorni al decimo (giorno), poiché Cefeo, Anceo e alcuni altri si rifiutavano di uscire (per andare) a caccia con una donna,...(CONTINUA)

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-06 00:36:46 - flow version _RPTC_G1.1