Vicende dell'isola di Nasso

Καρες εκ της νυν καλουμενης Λατμιας μετανασταντες ωκησαν την νησον .... προσφιλεστατην και υπο τινων Διονυσιαδα καλεισθαι

Qui trovi il testo greco integrale della versione

I Cari, essendo migrati da quella che ora è chiamata Latmia, colonizzarono l’isola;

Nasso, figlio di Polemone, che aveva regnato su di essi, la chiamò Nasso anziché Dia dal proprio nome. Nasso fu un uomo eccellente e illustre e lasciò un figlio, Leucippo; Smerdio, che era figlio di questo, regnò sull’isola. Al tempo di questo, Teseo, che era in navigazione da Creta con Arianna, fu ospitato dagli abitanti che si trovavano nell’isola.

E avendo visto in sogno Dioniso che lo minacciava, se non gli avesse consegnato Arianna, impauritosi la lasciò e salpò.

Dioniso allora nottetempo condusse Arianna al monte chiamato Drio; e all’inizio il dio scomparve, poi divenne invisibile Arianna. I Nassi raccontano miti a proposito di questo dio, affermando che il dio era stato allevato presso di loro e che per questo motivo l’isola era stata carissima a lui e che da alcuni era chiamata Dionisiade.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:46:07 - flow version _RPTC_G1.1