Coraggio di Marco Petronio

Eodem tempore Lucius Fabius centurio quique una murum ascenderant, circumventi atque interfecti de muro praecipitabantur....

In quel tempo il centurione Lucio Fabio e quelli che (qui atque) insieme (una) avevano scalato un muro, circondati ed uccisi venivano gettati giù dal muro. Marco Petronio, centurione della sua legione, dopo che aveva tentato di abbattere le porte, fu oppresso dalla moltitudine (dei nemici)

e, disperando per se stesso avendo ormai ricevuto molte ferite disse ai propri manipolari che lo avevano seguito: "Poiché non posso salvarmi insieme con voi, provvederò almeno sicuramente alla vostra vita: infatti per il mio desiderio di gloria vi ho condotto in pericolo.

Voi, dato che vi è stata data la possibilità, provvedete a voi stessi". Nello stesso momento si gettò in mezzo ai nemici, ne uccise due e smosse un po' i restanti dalla porta. Dato che i commilitoni tentavano di soccorrerlo in aiuto, M. Petronio disse:

"Tentate inutilmente di dare soccorso alla mia vita, ormai le forze e il sangue mi vengono meno finché c'è la possibilità andatevene e voi tornate alla legione". Così combattendo, dopo poco cadde e salvò la vita dei suoi.
(By Vogue)

Versione tratta da Cesare

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:37:21 - flow version _RPTC_G1.2