E' vero che la ricchezza non dà la felicità

Nulla enim avaritia sine poena est, quamvis sit ipsa satis poenarum.

Non c'è alcuna avarizia senza pena, anche se per questa stessa vi sono pene a sufficienza.

O quante lacrime, o quanto lavoro esige! "Ma gli uomini lo considerano felice e ricco e desiderano conseguire quanto quello possiede.  Confesso. Che altro? Tu pensi che alcuni uomini siano di una condizione peggiore rispetto a quelli che hanno sia la miseria sia l'invidia?

Volesse il cielo che i desiderosi della ricchezza deliberassero coni ricchi! Volesse il cielo che gli ambiziosi deliberassero con coloro che hanno raggiunto il sommo stato della dignità! Nessuno infatti è tale a cui la propria felicità, anche se viene durante il percorso, faccia a sufficienza; si lamentano sia dei consigli sia dei loro processi e preferiscono sempre quelle cose che hanno lasciato.

Pertanto la filosofia ti garantirà ciò, rispetto al quale in effetti reputo che non ci sia nulla di più grande: non ti pentirai mai di te.
(By Maria D.)

Versione tratta da Cicerone

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:37:21 - flow version _RPTC_G1.2