Galli e Germani visti da Cesare

Caesar, imperator in re militari peritissimus et scriptor elegantissimus de rebusgestis suis, cum per multos annos bellum in Gallia gessit, multas barbaras nationes Romanae dicioni subegit.

Cesare, condottiero molto esperto nelle arti militari  e scrittore molto elegante delle sue imprese (=res gesta), quando (cum + congiuntivo = cum narrativo) per molti anni condusse una guerra in Gallia, sottomise sotto il dominio romano molti popoli barbari.

[Cesare] Con grandissima cura osservò e annotò le usanze di quei popoli . Le usanze dei Galli erano alquanto più miti di quelli dei Germani, poiché le tribù più bellicose dei Germani abitavano nei territori interni dell'Europa e più distanti dalla civiltà dell'Italia e della Grecia.

Le indoli dei Galli, al contrario, per una relazione molto assidua con gli abitanti della Provincia Romana, erano stati resi più docili e civili. Per i Germani (dicasi) il contrario, perchè vivevano lontano dalle genti più civili, erano di animo ferocissimo e molto orientati alla guerra.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:43:43 - flow version _RPTC_G1.1