Giardini di Roma

Romani hortos colunt.

I Romani coltivano i giardini.

Galba ha giardini sulla via Aurelia; Sul Pincio ci sono i giardini Sallustiani; Columella ricorda i vasti giardini di Ortensio,  I giardini di Mecenate vengono elogiati daSvetonio. Giulio Cesare ha giardini magnifici e sontuosi, dove Cleopatra dimorò per molto tempo e (li) adorna con statue  e  dipinti  antichi e con vasche di marmo.

I giardini hanno (dativo di possesso) un aspetto fatto con arte. Nel parco c'è una grande abbondanza di tigli, lauri, cipressi, platani; nel frutteto verdeggiano peri, meli, fichi, ciliegi e mandorli: nel vivaio vengono custodite aquile, galline, capre, elefanti, cervi ed orsi vivi;

nel roseto ci sono i fiori delle rose, nell'aiuola delle viole ci sono i fiori delle viole. L'acqua corrente delle fontanelle irriga le erbe, e cibo delicato nutre le murene nelle vasche per i pesci.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:45:10 - flow version _RPTC_G1.1