Giove adirato

Iuppiter vidit ex monte Olympo homines deum contemptores et saevae caedis avidos et, admodum iratus, concilium convocavit.... "Tranquilli este: nova hominum stirps bona et quieta, terram incolet!"

TESTO LATINO COMPLETO

Giove vide dal monte Olimpo che gli uomini disprezzavano (contemptor, contemptoris) dio e  desiderosi di violenta carneficina e, molto irato, convocò il concilio (degli dei). Il padre degli dei e degli uomini sedeva su un alto trono di marmo, teneva nella destra uno scettro d'avorio e muoveva la spaventosa testa tre e quattro volte.

Dopo mostrò la sua indignazione con dure parole (e disse:) "la cattiva reputazione degli uomini è grande;

l'ospite viola l'ospite, il figlio non assicura devozione al padre, il fratello combatte con il fratello. Dunque sentite il mio giudizio: gli uomini pagheranno le colpe con dura e repentina morte". Gli dei approvarono le due parole del dio a gran voce.

Tuttavia la sciagura del genere umano fu causa anche di grande dolore, e così alcuni dei chiesero a Giove: "Salva gli uomini, o Giove benevolo (vocativo)! Chi porterà vittime sacrificali e incensi (tus, turis) sui nostri altari? Ma il re dei cieli rassicurò gli animi: state tranquilli: abiterà la terra una nuova stirpe, onesta e Pacifica.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:43:08 - flow version _RPTC_G1.1