GIOVE E LICAONE - LATINA VOX Versione latino

Giove e Licaone versione latino traduzione libro Latina Vox

Fama scelerum hominum in caelum et ad Iovem penetravit.

La notizia dei delitti degli uomini giunse in cielo e presso Giove.

Giove Tonante fu turbato per la preoccupazione, così da esaminare gli animi ed i costumi dei mortali, si trasferì sulla terra mentre straripava di sangue malvagio, il sole avvicinandosi all’Oceano annunziava la notte che si affrettava.

Giove visitando a lungo la terra era esausto per la fatica del cammino. E già non era distante dai magnifici edifici, dove Licaone abitava. Per caso allora Licaone e molti convitati di Licaone cenavano dilettandosi con lieti canti al dolce suono della lira.

Allora Giove si avvicinò a quelli che cenavano ardendo d’ira bruciò col fulmine le dimore dell’ empio uomo e col diluvio punì tutto il genere degli uomini scellerati.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:31:44 - flow version _RPTC_G1.1