Giove salvato dalle fauci del padre Saturno

Primus Olympi rex Saturnus erat, deus saevus ac ferus qui cunctos filios suos crudeliter vorabat, quia olim oraculum praedixerat: "Unus ex filiis tuis tibi regnum auferet Saturnus, qui regnum ammittere nolebat, filios nuper natos, alium post alium devorabat.

Il primo re dell'Olimpo era Saturno, una divinità malvagia e feroce che divorava crudelmente tutti i suoi figli, perché una volta l'oracolo aveva predetto: "uno dei tuoi figli ti porterà via il regno: Saturno che non voleva Perdere il regno, divorava uno dopo l'altro, i figli appena nati.

Allora Rea, moglie di Saturno, che voleva preservare il figlio che stava per nascere dal pericolo di morte, discese dall'Olimpo e si rifugiò nell'isola di Creta.

Qui partorì Giove e, di nascosto a Saturno, affidò il figlio alla lealtà di un'ancella che nascose il neonato in una spelonca sotto il monte Ida. La spelonca era grande e ricoperta da ogni parte da una fitta edera;

la piccola divinità era protetta e nutrita con la massima attenzione da molte ninfe; ogni giorno la capra Amaltea offriva al divino neonato il proprio latte, le colombe bianche volavano nella spelonca e porgevano al figlio di Rea l'ambrosia, il cibo degli dèi. E così il signore dell'Olimpo cresceva nell'isola di Creta, e preparava la vendetta nei confronti del padre. (by Maria D.)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:42:33 - flow version _RPTC_G1.1