Giove scatena il diluvio universale

Iuppiter, quia ob hominum impietatem humanum genus delere statuerat, omnes deos ad concilium convocavit, propositum suum ostendit et «Ego - inquit - totum humanum genus delere statui, quod homines sceleribus suis etiam deorum potentiam temptant;

Giove, visto che per l'empietà degli uomini aveva deciso di distruggere il genere umano, convocò tutti gli dèi in assemblea, notificò il suo intento e disse: "io ho deciso di sterminare tutta la specie degli uomini, perché gli uomini con le loro scellerataggini sfidano ancora la potenza degli dèi; per questo sommergerò tutte quante le terre dagli abissi fino alle cime dei monti con il diluvio universale.

voi mi aiuterete". Subito il Noto, coperto di caligine, volò ad ali bagnate dall'antro: la barba era appesantita dalle nuvole, scorreva l'acqua dai capelli, sulla fronte sedevano le nubi, le penne delle ali cadevano goccia a goccia Noto schiacciò le nubi e la pioggia spandendosi cadeva sulla terra.

Nettuno, il fratello ceruleo di Giove e dio delle acque, convocava tutti i fiumi, che sparsero le proprie acque sulla superficie terrestre. I fiumi irruppero per i campi aperti e rapirono con sè gli alberi, il bestiame e gli uomini. L'acqua ricopriva ogni cosa, ormai il mare e la terra non avevano alcuna separazione: c'era mare dappertutto. (By Maria D.)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:42:34 - flow version _RPTC_G1.1