Giove sopravvive alla crudeltà del padre

Rhea et Saturnus parvum filium, Iovem, habebant.

Rea e Saturno avevano un figlio piccolo, Giove.

Ma il crudele Saturno divorava i piccoli figli. Allora Rea, affida il fanciullo ad una fidata ancella e Giove viene nascosto in una grotta ampia e profonda dell'Isolda di Creta.

In questo luogo c'erano molte e belle Ninfe. Le Ninfe pongono il divino fanciullo in cunei dorati e lo curano sollecite.

Inoltre la capra Amaltea nell'isola procurava al dio il necessario nutrimento. Così il fanciullo cresce sano e robusto.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:42:16 - flow version _RPTC_G1.1