Gli alberi degli dèi

Olim dei legerunt arbores quas sub tutela sua cupiebant.

Un tempo gli dèi sceglievano gli alberi che desideravano sotto la loro tutela.

la quercia era gradita a Giove, il mirto a Venere, ad Apollo il lauro, a Cibele il pino, l'alto pioppo a Ercole. Quando Minerva era sul punto di scegliere l'albero, disse con grande stupore: "voi, dèi, avete preso alberi sterili ma io non capisco la vostra scelta.

Perchè non vi siete addossati alberi fertili?" Giove rispose: "Minerva, se avessimo scelto alberi fertili, gli uomini avrebbero pensato che noi dèi siamo venali" Minerva disse: "ma, per Ercole, gli uomini diranno ciò che vorranno, proprio io sceglierò l'ulivo per il frutto stesso" allora Giove sorridendo disse: "O figlia mia, sei definita dagli uomini a giusto merito saggia, se non è utile ciò che facciamo, stolta è la gloria".
(By Maria D. )

Versione tratta da Fedro

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:48:39 - flow version _RPTC_G1.1