I doveri degli studenti (Versione latino)

Plura de officio docentium locutus, discipulos id unum intěrim moneo ut praeceptores suos non minus quam ipsa studia ament et parentes esse non quidem corporum, sed mentium credant.

Dicendo molte cose in merito al dovere degli insegnanti, frattanto ammonisco i discepoli solo su questo di amare i loro precettori non meno degli stessi studi e di credere che siano come dei genitori non in verità dei corpi, ma delle menti.

Questa pietà conferirà molto allo studio; infatti ascolteranno così volentieri e crederanno alle cose dette, e desidereranno di essere simili, si riuniranno insomma lieti e alacri nelle stesse aggregazioni delle scuole, non si adireranno se saranno corretti, gioiranno se saranno elogiati, saranno degni dello studio da essere molto apprezzati.

Infatti come il loro dovere è insegnare, così il dovere di questi è offrirsi docili;

del resto nessuno dei due è sufficiente senza l'altro. E come la nascita dei corpi viventi ha origine da entrambi, e invano spargete i semi, se il solco dissodato non li favorisce, così l'eloquenza non può crescere, se non ci sia un accordo unito tra chi insegna e chi apprende.
(By Maria D. )

Versione tratta da Quintiliano

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-17 23:17:31 - flow version _RPTC_G1.1