I doveri dei giovani

Officia disparia disparibus aetatibus tribuantur: adulescentes senes colant, optimos probatosque eligant et eos consulant.

Siano assegnate ad età diverse doveri diversi: i ragazzi venerino gli anziani, scelgano i migliori e i più stimati, e riflettano con loro.

L'inesperienza della giovane età sia disposta e sia guidata dalla prudenza degli anziani.

Questa gioventù si allontani dalle ambizioni, quando comincia a praticare un'attività nella fatica e nella resistenza sia dell'animo, sia del corpo.

Ed anche quando rilasseranno gli animi e si daranno all'allegria, si tengano lontano dalla sfrenatezza, e non trascurino il pudore.

Versione stesso titolo ma testo latino e traduzione diversa

Officia non eadem disparibus aetatibus tribuuntur: aliaque sunt officia iuvenum, alia sunt senum.

Non si attribuiscono gli stessi doveri alle diverse età: diversi sono i doveri dei giovani, diversi quelli degli anziani. Su tale distinzione vorrei discutere. I giovani dovrebbero onorare gli anziani, dovrebbero scegliere quelli migliori e comprovati e dovrebbero consultarli. L'inesperienza dell'età giovanile sia regolata e retta dalla prudenza degli anziani. Quest'età sia trattenuta dai desideri, e si eserciti nella fatica e nella sopportazione sia dell'animo che del corpo. E anche quando i giovani rilasseranno gli animi e si daranno alla piacevolezza, stiano attenti all'intemperanza, a non trascurare la verecondia.
(By Maria D.)

Versione tratta da Cicerone

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-17 23:02:43 - flow version _RPTC_G1.1