I funerali di Quinto Fabio Massimo

Quintus Fabius Maximus per nonnullos menses aegrotavit ac postremo decessit.

Quinto Fabio Massimo si ammalò per alcuni mesi e alla fine morì.

Tutta la famiglia pianse e tutte le donne si lamentarono con gran clamore nella stanza del morto. Poi dai servi fu allestito l' atrio e il morto fu esposto nel letto funebre. Pochi giorni dopo fu celebrato il funerale in pompa magna da una moltitudine di innumerevoli cittadini e da amici stretti.

Nessuno trattenne le lacrime durante il funerale. Le effigi degli antenati venivano portate dai servi davanti al feretro, dietro procedevano le prefiche e i flautisti. Il corteo si arrestò nel foro in fronte ai rostri, dove fu tenuta l' orazione dal primo senatore.

Dopo l'encomio la processione andò verso il rogo. Alla presenza dei vicini e degli amici il corpo fu cremato dai servi con il letto di legno dinanzi  al tramonto del sole. Poi le ceneri vennero raccolte in un' urna d'avorio e poste nel sepolcro, edificato fuori dalle mura della città..

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-17 23:01:46 - flow version _RPTC_G1.1