L'amicizia e gli amici

Amicitiam, adulescentuli, existimabitis et amicitia praemium solaciumque vitae erit.

Apprezzerete l'amicizia, giovinetti e l'amicizia sarà il premio ed il conforto della vita.

Avrete amici fin dall'infanzia o sugli sgabelli della scuola. Talvolta sarete nella tristezza (vi troverete nella tristezza) e sarete ascoltati e rinfrancati dall'amico; talvolta sarete nella gioia (vi troverete nella gioia) e l'amico sorriderà sinceramente. Sceglierete, giovinetti, attentamente gli amici e metterete alla prova gli animi degli amici;

poi, considererete gli amici come parenti. L'amicizia procurerà doveri e gioie: dunque giudicherete gli amici non nel banchetto, non nei giochi, non nella letizia, non nelle gioie, ma specialmente nelle difficoltà, nelle pene e nella privazione.

L'amicizia disprezzerà l'invidia, la cattiveria dell'anima, non chiederà lucri. L'amicizia era definita dai Greci e dai Romani dono di dio ed erano tramandati gli esempi degli amici. L'amicizia sarà come il vino: non si corromperà, ma si rafforzerà con gli anni (con il passare del tempo).
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-02 21:37:01 - flow version _RPTC_G1.1