L'amico dell'uomo

Ex animalibus, nobiscum vitam degentibus, multa sunt cognitu digna, sed fidelissimus ante omnia hominis canis putandus est.

Fra gli animali che trascorrono la vita con noi, molte sono le cose degne da sapersi, ma sono da considerarsi prima di tutti i più fedeli all'uomo i cani.

Ascoltiamo spesso che un cane abbia combattuto contro gli assassini per il padrone e che essendo mal concio dalle ferite non si allontanò dal corpo per scacciare insetti e fiere. Raccontano anche che l'assassino di un padrone riconosciuto da un cane con l' abbaiare e col mordere fu costretto a confessare il suo delitto.

I colofonii educavano schiere di cani al combattimento, che combattevano per prime in battaglia e non rifiutavano mai di prestare fedelissimi aiuti a quelli che combattevano. Solo i cani riconoscono il loro padrone, essi soli capiscono i nomi loro e la voce familiare (del padrone)e la ricordano.

Il loro impeto e la loro crudeltà viene mitigata dall'uomo mettendosi in terra a giacere quando da lui gli viene richiesto. Scopriamo molti altri benefici nei cani, ma le cose più importanti solo l'astuzia e la sagacità nella caccia. Le impronte delle prede che fuggono vengono (da lui) esaminate ed inseguite, e tirando il padrone per il guinzaglio mostrano la preda percepita con la coda e con un significativo latrato.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 21:10:27 - flow version _RPTC_G1.1