L'amore di Caligola per un abbigliamento stravagante

Vestitum calciatumque et ceterum habitum neque patrium neque civilem, ac ne virilem quidem semper induit.

Indossò sempre un vestito e una calzatura e tutto l'altro abbigliamento né patriarcale né civile, e neppure virile.

Indossò spesso mantelli dipinti e gemmati, procedeva in pubblico con una tunica a larghe maniche e braccialetti talvolta vestito di seta e di cicladi;

procedeva ora con sandali ora con coturni, ora con scarpe da esploratori, talvolta con zoccolo femminile: spesso indossava la barba dorata, tenendo il fulmine o il tridente o il caduceo simboli delle divinità, e fu osservato anche nel modo di vestire di Venere.

Prima di una spedizione portava assiduamente addirittura anche l'ornamento trionfale: talvolta indossava anche la corazza di Alessandro Magno strappata dal suo sepolcro.

Versione tratta da Svetonio

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 20:53:49 - flow version _RPTC_G1.1