L'aquila e la cornacchia

Contra vim nullus homo satis munitus est.

Contro la forza nessun uomo è abbastanza munito.

Se in verità un consigliatore astuto presta il proprio consiglio, la forza e la scaltrezza sono contemporaneamente causa di enormi danni. Un'aquila aveva catturato una tartaruga, ma il povero animale aveva nascosto il proprio corpo nel sicuro guscio e si era mantenuta illesa. Poi giunse una cornacchia e disse alla regina degli uccelli: "hai catturato giustamente con le tue unghie una grassa preda, ma il suo grande peso ti sposserà.

Ti darò il consiglio opportuno, se mi avrai promesso una parte della preda." Dopo che l'aquila rese la cornacchia compagna di malvagità, le svelò il suo cattivo proposito: "butta sopra lo scoglio la tartaruga: ella batterà la dura corteccia e avremo facilmente abbondante cibo." L'aquila obbedì all'astuto consiglio e con la cornacchia, aiutatrice scaltra, divise il cibo.

Così la tartaruga, anche se era sicura grazie al dono della natura, cedette alla forza e alla scaltrezza.
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:22:21 - flow version _RPTC_G1.1