L'arte del coltivare i campi

Periti rustic arum rerum gener a terreni tria esse dixerunt, campestre, collinum, montanum.

Gli esperti dell'arte di coltivare i campi asseriscono che vi sono tre tipologie di terreno, campestre, collinoso, montano, comprovarono soprattutto che un campo non sia situato in una pianura pianeggiante né livellata, ma a malapena scoscesa, che un colle clementemente e di poco elevato, non è un monte alto e aguzzo ma boscoso e erboso.

Le specie sei per ciascuno si aggiungono a queste tipologie, del suolo fertile o marcio, morbido o duro, umido o secco: queste qualità miste alternativamente tra loro e alternate rendono moltissime varietà di campi, moltissimi antichi i quali, scrissero sulle arti rustiche tramandano che i segni di un campo rigoglioso e fertile di frumento sono la dolcezza del suolo ed il colore nero o cinereo, è necessario concimare: è lecito infatti raccoglier abbondanza di frutti, se la terra viene ravvivata mediante una frequente tempestiva e modica concimazione.


(By Maria D. )

Versione tratta da Columella

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:23:49 - flow version _RPTC_G1.1