L'asino e la pelle di leone

Forte asinus exuvias leonis repperit et spoliis eius corpus suum induit, aptavitque suis membris incongrua tegmĭna et tanto leonino ornatu caput suum pressit.

Per caso un asino trovò la pelle di un leone e rivestì il proprio corpo di queste spoglie, ed adottò alle proprie membra la pelle non adeguata e schiacciò il proprio capo con l'ornamento da leone.

Allora il presunto vigore giunse nelle pigre ossa dell'asino; percorse superbo i campi e mise in agitazione i timorosi buoi con il suo immane ed orrendo aspetto. All'improvviso sopraggiunse un contadino e riconobbe l'asino dalle grandi orecchie, lo assoggettò con i bastoni e le catene;

contemporaneamente gli strappò la pelle del leone e denudò il corpo dell'asinello. Allora rimproverò il povero animale con aspre parole: "forse con il falso aspetto avresti potuto ingannare gli animali sciocchi;

invece per me l'asinello sarà sempre tale (per me ci sarà sempre l'asinello)". Tutti devono far uso dei propri beni e non assumersi i beni degli altri: così non susciteranno una grassa risata, quando saranno ritornati al loro antico aspetto.
(By Cenerentola70)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:53:35 - flow version _RPTC_G1.1