L'astuta vecchietta

Anicula aegros habebat oculos et, ob periculosum morbum, cauta cum prudentia medicum consulebat.

Una vecchietta aveva gli occhi malati, a causa di una pericolosa malattia, consultava con cauta prudenza il medico.

Il medico entrava nella casetta della vecchietta e visitava gli occhi con gli strumenti opportuni. Poi, la vecchietta teneva gli occhi chiusi e il medico, con astuta furbizia, rubava le splendide perle, gli anelli d'oro e i braccialetti d'avorio.

Il medico curava gli occhi malati e chiedeva un enorme pagamento, ma la vecchietta glielo negava. Allora il medico convocava la vecchietta in giudizio e diceva: "l'anziana donna, con disonesta perseveranza, nega il pagamento e sempre lo negherà!" Allora la vecchietta arguta pronunciava le parole: "medico, sarai sempre scaltro e disonesto?

Non sei un medico esperto: precedentemente infatti avevo gli occhi malati e vedevo le perle, gli anelli e i braccialetti; ora invece sono sana (guarita), ma con gli occhi non saranno visti più i beni!".(by Maria D.)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-02 21:27:17 - flow version _RPTC_G1.1