La libertà non ha prezzo

Lupus fame afflictus cani perpasto forte occurrit: «Quare - ait lupus - sic, quaeso, nites?

Un lupo afflitto dalla fame per caso andò incontro ad un cane grasso, il lupo disse: "per quale ragione, ti chiedo, splendi così?

come hai reso il tuo corpo tanto grasso? Io, invece, anche se sono forte e feroce, muoio di fame." Il cane rispose semplicemente: "in verità la mia condizione è comoda, perché presto il mio servizio al padrone." Il lupo disse "quale servizio?" "Io sono il custode, di notte custodisco la villa del mio padrone dai ladri. Perciò il padrone mi offre spontaneamente dalla mensa il pane e le ossa e così riempio senza fatica il mio ventre.

se avrai prestato lo stesso dovere, anche tu riceverai benefici dal padrone." A lui il lupo: "Io in verità sono pronto: ora conduco una vita dura nelle selve perché devo sopportare le nevi, le piogge e la fame. E' facile vivere sotto un tetto ed accettare in ozio il cibo abbondante!" "Vieni dunque con me." Mentre procedevano, il lupo osservò il collo del cane logorato dalla catena.

"Perchè, amico, hai il pelo del collo tanto rovinato? "Sono sciocchezze. Infatti al chiaror della luce e di notte i servi del padrone cingono il mio collo con la catena, al crepuscolo invece, sciolto dalla catena, scorrazzo." Allora il lupo: "conserva le tue comodità, amico; io in verità non cambierò la mia libertà con la tua buona sorte."
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:27:57 - flow version _RPTC_G1.1