La storia di Enea - Enea e Didone

Aeneas, dum per mare Tyrrhenum a Sicilia in Italiam navigat, gravissima tempestate deprehensus est, quae, cum omnes fere naves fregisset, reliquos Troianos in Africae litora proiecit.

Enea, mentre navigava per il Mar Tirreno dallaSicilia in Italia, fu sorpreso da una violentissima tempesta, che, avendo spezzato quasi tutte le navi, gettò i restanti Troiani sulle coste dell'africa.

Qui Didone, Regina dei Cartaginesi, accolse gli esuli con grande liberalità; poi, Venere avendo suscitato in lei un amore impetuosissimo, rese Enea suo marito e signore della città. Ma Giove inviò Mercurio da Enea ad ammonire il condottiero dei Troiani il messaggero degli dèi disse così: "Enea, allontanati con i tuoi dalla città di Cartagine!

Infatti il fato e le divinità ti attribuirono non Cartagine ma una nuova sede. Una nuova stirpe, traendo origine dal tuo sangue, avrà sotto le sue leggi tutto il mondo.

Lascia dunque senza indugio la regina, per porre le fondamenta di un grande popolo e di un grande impero". Allora il pio Enea, obbedendo con gran dolore agli dèi, si allontanò con tutti i suoi. Quando l'infelice Didone vide le navi dei Troiani ormai in alto mare, per la violentissima ira e l'inconsolabile dolore si procurò la morte.
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:53:36 - flow version _RPTC_G1.1