Lucrezia, modello di onore e di pudicizia

Post paucos dies Sex.Tarquinius, inscio Collatino, cum comite uno Collatiam venit.

Dopo pochi giorni Tarquinio Sesto, all'insaputa di Collatino, giunse con un compagno a Collazia.

Accolto benevolmente essendo stato condotto dopo la cena nell'ospitale camera da letto e mentre tutti dormivano, ardendo d'amore, giunse con la spada da Lucrezia che dormiva ed opprimendo con la mano sinistra il petto della donna disse: "Taci, Lucrezia sono Tarquinio Sesto; ho un'arma in mano; perderai la vita, se avrai emesso un grido:" La donna timorosa nel momento in cui vide la morte imminente, Tarquinio iniziò a rivelare l'amore, a pregare, a mescolare le minacce con le preghiere. Mon appena la vedeva ostinata e neppure spronata dal timore della morte, aggiunse alla paura il disonore: "Quando, essendo tu morta, porrò un servo nudo sgozzato, così che si dica che sei stata uccisa in un sordido adulterio". Avendo vinto con quel terrore l'ostinata pudicizia, il violento Tarquinio si allontanò da lì e Lucrezia, mesta a causa di un male tanto grande, inviò un messaggero a Roma dal padre e e ad Ardea dal marito, affinchè arrivassero con gli amici fedeli.

Sp. Lucrezio e Collatino giunsero con gli amici. Trovarono Lucrezia che era seduta mesta sul letto. All'arrivo dei suoi non poté trattenere le lacrime, al marito che chiedeva: "Stai bene?" disse "Per nulla perché ho perso la pudicizia.

Le impronte di un uomo estraneo, Collatino, sono sul tuo letto; ma è violato soltanto il corpo, l'animo è innocente; la morte (ne) sarà testimone. Ma scambiatevi la mano e la fiducia: punite l'adultero Sesto Tarquinio è colui che da nemico in cambio dell'ospitalità, la notte precedente giunse con la forza ed armato." Tutti le danno fiducia; consolano la malata: può peccare la mente, non il corpo, e, non essendoci il volere, viene meno la colpa. Lucrezia disse "Voi vedrete che cosa spetti a lui: io, anche se mi assolvo dal peccato, non mi libero dal supplizio; con l'esempio di Lucrezia non viva nessuna impudica." Conficcò quel coltello, che aveva nascosto sotto la veste, nel cuore e cadde moribonda.
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:49:14 - flow version _RPTC_G1.1