Mortali ritornati dagli inferi

Perpauci mortales ad Inferos vivi descenderunt et inde in terram reverterunt.

Pochissimi mortali discesero vivi agli inferi e da lì fecero ritorno sulla terra.

Tra questi Cerere, per cercare sua figlia Proserpina; Libero, che era disceso per vedere Semele, sua madre; Ercole, figlio di Giove, per condurre via il cane Cerbero; Castore e Polluce, che, condannati ad una morte reciproca, rividero la luce alternativamente;

Alcesti, figlia di Pelia, che aveva salvato con una morte volontaria il coniuge Admeto, destinato dalle Parche alla morte; Teseo, figlio di Egeo, per liberare dai dalle catene degli Inferi Pirote;

Orfeo per recuperare Euridice, sua moglie, che era stata uccisa da una vipera; Adone, obbedendo alla volontà di Venere, da cui era amato; Ulisse per interrogare il profeta Tiresia sul ritorno in patria. Infine Enea discese agli inferi, per consultare il padre sul proprio destino.

Versione tratta da Igino

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:53:36 - flow version _RPTC_G1.1