Origine del mal costume a Roma

Sed ubi labore atque iustitia res publica crevit et nationes ferae et populi ingentes vi subacti sunt et Carthago aemula imperii Romani deleta est, saevire fortuna ac miscere omnia incepit.

Ma non appena la repubblica crebbe (diventò fiorente) grazie al lavoro e alla giustizia e le rudi nazioni e gli ingenti popoli furono assoggettati con la forza e Cartagine rivale dell'impero romano fu distrutta, la sorte iniziò a a incrudelirsi e a mescolare ogni cosa.

L'ozio e la ricchezza furono causa di miseria e corruzione per coloro i quali avevano sopportato le fatiche, i pericoli, le situazioni incerte e difficili. Dunque inizialmente il desiderio di denaro, poi di potere crebbe: queste cose furono per così dire materie di tutti i mali.

Infatti prima della distruzione di Cartagine il popolo e il senato romano trattavano tra di loro modestamente e tranquillamente lo stato, e tra i cittadini non c'era contesa in merito alla gloria e alla dominazione: la paura dei nemici tratteneva la cittadinanza nelle buone arti.

Ma non appena questa paura svanì, la dissolutezza e la superbia, di cui si compiacciono le situazioni favorevoli (che le situazioni favorevoli apprezzano), divamparono. Così l'ozio, che avevano desiderato nelle situazioni avverse, fu aspro ed acerbo: lo stato fu lacerato.
(By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:22:21 - flow version _RPTC_G1.1