Origine dell'albero di Pesco

Ut aliquot scriptores ferunt, persica arbor nomen cepit a Perside, ubi primum reperta est.

Come alcuni scrittori tramandano, l'albero di pesco ha preso il nome dalla Persia, dove venne rinvenuto per la prima volta.

I Macedoni dalla Persia, avendo vinto il re Dario, portarono in Grecia il nuovo albero affinché anche i Greci gustassero i suoi frutti, dalla Grecia fu portato in Italia dai Romani pochi anni dopo la nascita di Cristo. La sua foglia è simile a una lingua, il fiore rossiccio, il frutto esternamente rivestito di una leggera peluria, ma dentro carnoso, pieno di polpa eccetto il nocciolo duro e ruvido.

Alessandro Magno apprezzò tanto questo albero che lo importò in Egitto e con i suoi rami volle coronare i vincitori.

Si narrano cose meravigliose riguardo all'albero di pesco: i cristiani infatti tramandano che questo albero avesse offerto la sua ombra a Gesù Cristo che fuggiva con i genitori in Egitto. Per questo motivo l'imperatore Giuliano, provando odio per i Cristiani, ordinò di abbattere in tutto l'impero gli alberi di pesco.
(By Vogue)

Versione tratta da Palladio

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 21:24:41 - flow version _RPTC_G1.1