Rapida incursione di Cesare nel territorio dei Carnuti

Irzio ad litteram

Inizio: Postquam Bibracte Caesar ius dixerat, ... Fine: Caium Tribonium cum duabus legionibus in hibernis Cenabi conlocavit, quod initium novi belli timebat.

Dopo che Cesare aveva affermato l'autorità a Bibratte, poiché erano escogitate da varie tribù dei Galli scaramuccie e combattimenti nella regione dei Carnuti, accorse là con le legioni.

Poichè era stata divulgata la notizia dell'arrivo dei Romani, i Carnuti, poiché erano stati terrorizzati dal disastro degli alleati e dalle violenze dei nemici, dopo che avevano abbandonato villaggi e città, fuggirono dalla regione prima che arrivassero le legioni Romane. Cesare portò le forze a Cenabo città dei Carnuti e pose gli accampamenti, perché l'inverno scatenava violente tempeste ed esponeva le vite dei soldati ai pericoli.

Poi, benché avesse sistemato gran parte dei soldati sotto i tetti dei Galli, una parte in capanne di paglia, tuttavia cavalieri e fanti ausiliari furono inviati dal comandante da tutte le parti, perché era giunta a Cesare notizia della presenza dei nemici nella regione. E non senza ragione (frustra): infatti i nostri tornarono negli accampamenti dopo aver fatto un grande bottino.

Ma i Carnuti, dopo che erano stati cacciati dalle case dalle difficoltà dell'inverno e dal timore del pericolo, non si fermavano a lungo in alcun posto e non erano protetti neppure dalla copertura dei boschi dalle dure tempeste; e così, quando già gran parte degli uomini e delle donne era stata dispersa o uccisa, furono sparpagliati nelle città vicine. Cesare, benché avesse sbaragliato le truppe nemiche, sistemò tuttavia per la salvezza degli uomini Caio Tribonio con due legioni nei quartieri d'inverno di Cenabo, perché temeva l'inizio di una nuova guerra.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-03-22 23:10:09 - flow version _RPTC_G1.1