Ritratto dell'imperatore Adriano - VERSIONE latino

Imperator Hadrianus famae tam cupidus fuit, ut libros vitae suae.

L’imperatore Adriano era tanto desideroso di fama, che diede la sua autobiografia, scritta da lui stesso, ai propri liberti, chiedendo che essi la pubblicassero sotto ai loro nomi.

Disputò spesso con poeti e filosofi tramite poesie o scritti in prosa, che si scambiavano gli uni con gli altri.

Sebbene fosse sempre pronto a criticare i musici, i poeti tragici o comici i retori, tuttavia onorò e fece ricchi tutti quelli che professavano, anche se spesso li stuzzicava con le sue obiezioni.

Infatti, sebbene fosse egli stesso responsabile del fatto che molti si congedassero da lui imbronciati, diceva che egli mal sopportava di vedere qualcuno triste.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-03-22 23:09:30 - flow version _RPTC_G1.1