Romani contro navi corsare - versione latino

Romani contro navi corsare
Nuovo comprendere e tradurre

Cum praetor derexisset ad terram proras, quindecim ferme naves circa Myonnesum - promunturium inter insulas Teum Samumque est - apparuerunt, quas primo ex classe sociorum esse arbitratus est.

Avendo il pretore diretto verso terra verso le prue, apparvero all'incirca quindici navi presso Mionneso - è un promontorio tra le isole di Teo e l'isola di Samo - le quali in un primo tempo pensò appartenessero alla flotta degli alleati.

Fu chiaro dopo che erano i brigantini e i battelli dei pirati. Devastato il litorale di Chio, ritornando con ogni genere di bottino, dopo che videro dall’alto mare la nostra flotta, fuggirono. Superavano in velocità***le nostre navi ed erano più vicini alla terra. Così, senza senza lasciarci il tempo di avvicinarci, fuggirono verso Mionneso. Questo promontorio è un colle che termina in una punta aguzza da una base abbastanza larga: ha un accesso dalla terraferma da un sentiero stretto, delle rupi consumate dalle onde lo rendono inaccessibile dal mare.

Le nostre navi non osarono avvicinarsi a queste per non essere sotto il tiro dei pirati che stavano sopra sulle rupi. Così trascorsero il giorno invano. Finalmente di notte si allontanarono con vano proposito e il giorno dopo abbandonarono Teo.

*** ablativo di limitazione

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-03-22 23:09:30 - flow version _RPTC_G1.1