Strage nel campo dei Germani (Versione Duo latino)

Milites nostri, pristini diei perfidia incitati, in castra inruperunt.

I nostri soldati, istigati dalla slealtà del giorno precedente, fecero irruzione nell'accampamento.

Resistettero a poco a poco ai nostri nel luogo in cui questi poterono prendere velocemente le armi e compirono la battaglia tra i carri ed i bagagli. Ma la restante moltitudine di fanciulli e di donne - infatti si erano allontanati con tutti i loro da casa ed avevano attraversato il Reno- cominciarono a fuggire da tutte le parti, Cesare inviò la cavalleria a seguirli.

I Germani udito il clamore dietro le spalle, vedendo che i suoi venivano uccisi, gettate le armi, lasciate le insegne militari, si gettarono fuori dall'accampamento e ed essendo giunti alla confluenza della Mosa e del Reno, perduta la speranza in merito alla fuga, uccisione un gran numero, i rimanenti si precipitarono nel fiume e lì oppressi dal timore, dalla stanchezza, dalla corrente del fiume morirono.

I nostri ad uno ad uno incolumi, feriti pochissimi, si ritirarono nell'accampamento.
(By Vogue)

Versione tratta da Cesare

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:37:22 - flow version _RPTC_G1.2