Sul Nilo - Pomponio Mela versione latino e traduzione

Sul Nilo - Pomponio Mela versione latino e traduzione

Asiae prima pars, Aegyptus, inter Catabathmon et Arabas, ab hoc litore penitus immissa, donec Aethiopiam dorso contingat, ad Meridiem refugit.

Terra expers imbrium, mire tamen fertilis, et hominum aliorumque animalium perfecunda generatrix. Nilus efficit, amnium in Nostrum mare permeantium maximus.

Hic, ex desertis Africae missus, nec statim navigari facilis, nec statim Nilus est: et, cum diu simplex saevusque descendit, circa Meroën, late patentem insulam, in Aethiopiam diffunditur; alterâque parte Astaboras, alterâ Astape dictus est.

Ubi rursus coit, ibi nomen hoc capit. Inde, partim asper, partim navigia patiens, in immanem lacum devenit.

Il primo paese dell’Asia, l’Egitto, tra Catabmo e gli Arabi (l’Arabia), da questa costa penetrando profondamente, fino a che non tocca l’Etiopia con la montagna, si allontana verso sud.

La terra priva di piogge, è tuttavia straordinariamente fertile e produttrice feconda di uomini e di altri esseri animati. Il Nilo, il più grande tra i fiumi che giungono nel Mediterraneo è causa di ciò (produce ciò).

Questo proveniente dai deserti dell’Africa, non è subito facile a navigarsi, né è subito chiamato Nilo: e dove lungamente discende unico e impetuoso, presso M.

, isola largamente accessibile, si riversa in Etiopia; da una parte è chiamato Astabora dall’altra è chiamato Astape. Dove invece si ricongiunge allora (là) prende questo nome. Di là in parte mosso, in parte navigabile, giunge in un immenso lago.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-18 12:09:23