Annibale pone fine ad una contesa dinastica

Hannibal ad Insulam pervenit. Ibi Isara Rhodanusque amnes, ex diversis locis Alpium decurrentes, ... copia vestis, est adiutus, quam infames frigoribus Alpes praeparari cogebant.

Annibale giunse a Isola.

Ivi i fiumi Isara e Rodano, che provengono da diverse direzioni e che defluiscono dalle Alpi, scorrendo parallelamente per un tratto, confluiscono in un solo corso in mezzo ai campi; alle regione dove confluiscono i due fiumi fu imposto il nome di Isola. Nelle vicinanze abitano gli Allobrogi, gente già da lì che era per nulla inferiore per nome e ricchezze alla gente Gallica.

Ma allora c'era discordia. Si disputavano il regno con una contesa due fratelli: il maggiore e che prima aveva comandato, di nome Branco, era stato cacciato dal fratello minore e dalla classe dei più giovani. Il dirimere nel migliore dei modi questa contesa essendo stato delegato ad Annibale, fatto arbitro del regno, dato che questa era stata la decisione del senato e dei maggiorenti, egli restituì il potere al maggiore.

Per questo merito fu rifornito di viveri e con abbondanza di altre cose, soprattutto di indumenti, dato che le Alpi, sinistramente note per il freddo, costringevano a predisporli.

Testo latino completo

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:02:33 - flow version _RPTC_G1.1