Coriolano è persuaso a ritirarsi (Versione Livio)

Coriolano è persuaso a ritirarsi
Autore: Livio

Denique mater ipsa Coriolani, Veturia, Volumniaque coniunx, duos parvos ex Marcio ferens filios, in hostium castra ierunt.

Itaque accidit ut, cum armis viri defendere urbem non possent, mulieres precibus lacrimisque possent. Nam, cum Coriolanus matri obviae complexum ferret, mulier, in iram ex precibus versa, filium reprehendendo, et uxor ac liberi amplexi tandem fregerunt virum. Qui, officii commonefactus, suos complexus dimisit ipseque retro ab urbe castra movit. Abductis deinde legionibus ex agro Romano, invidia rei oppressum perisse ferunt.


Alla fine, la madre stessa di Coriolano, Veturia, e la (di lui) moglie Volumnia, portando i due figlioletti (avuti) Marcio, si recarono negli accampamenti nemici. Successe, pertanto, laddove gli uomini non riuscirono a difendere Roma [urbem] con le armi, riuscirono (invece) le donne, a furia di preghiere e lacrime.
Infatti, quando Coriolano corse incontro alla madre per abbracciarla, la donna, passata dalle suppliche alla collera, rimbrottò il figlio;

la vista della moglie e dei figli, poi, piegarono definitivamente l'uomo. Egli (allora), richiamato (al proprio senso) del dovere, abbracciò i suoi (cari) e li congedò; quanto a lui, tolse l'accampamento [e dunque, l'assedio] dalla città [Roma]. Evacuate, dunque, le truppe dall'agro romano, si racconta che rimase ucciso vittima dell'odio (che si era procurato) per quella vicenda.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:05:36 - flow version _RPTC_G1.1