La città di Crotone (versione di livio)

Urbs Croto murum in circuitu patentem duodecim milia passum habuit ante Pyrri in Italiam adventum.

La città di Crotone ebbe un muro di circonferenza esteso per dodici mila passi prima dell'arrivo di Pirro in Italia. Dopo la rovina causata da quel conflitto, appena una metà era abitata: il fiume, che scorreva (a metà la città, che esternamente scorreva via il maggior numero di case e la roccaforte era lontana dalle parti abitate. A sei miglia distava dalla città il noto Tempio di Giunone Lacinia, più celebre della stessa città, di Giunone Lacinia, sacro per tutti i popoli circostanti.

Lì un bosco, cinto da una fitta foresta e da alti alberi di abete ebbe nel mezzo abbondanti pascoli, dove capi di bestiami di ogni genere sacro alla dea pascolava senza alcun pastore;

e separatamente i greggi di lui e di quello, i greggi di notte ritornavano nelle stalle, senza mai subire agguati delle belve o violati da inganni degli umani. Dunque si ricavarono grandi frutti da quel bestiame; e in seguito una colonna d'oro fu costruita e consacrata; e il tempio fu famoso non tanto per il carattere sacro, ma anche per le ricchezze.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:07:04 - flow version _RPTC_G1.1