LA FUGA DI ANNIBALE 1 e 2 - COTIDIE LEGERE Livio

La fuga di Annibale versione latino Livio
traduzione dal libro ove discere
PARTE I

Annibale prese la decisione di stare alla mercé della sorte e del tempo;

e preparato ormai tutto per la fuga, direttosi in quel giorno nel foro, per distogliere i sospetti, con le prime tenebre, abbigliato in abito civile, entrò nella porta con due compagni ignari del piano. Essendo i cavalli a disposizione nel luogo in cui aveva comandato, entrato a Bizacio di notte, il giorno dopo giunse dal mare tra Acilla e Tapso alla sua torre; ivi preparata e allestita una ciurma, una nave lo prese su di sé.

Così Annibale sbarcò in Africa, commiserato più spesso il fato della sua patria che quello suo. Nel medesimo giorno, arrivò sino all'isola di C. Dove, avendo visto nel porto parecchie navi di fenici colme di merci e essendo riconosciuto da molti che volevano salutarlo, fece dire a quelli che chiedevano che lui era stato mandato a Tiro come messaggero.

Temendo che quella loro nave diretta a T. o ad A. annunziasse che lui era stato visto a C, comandato che fosse fatto un sacrificio, comandò che fossero invitati i maestri e i mercanti delle navi e di raccogliere una vela con antenne dalle navi affinché venisse fatto un posto ombroso, l'estate inoltrata era calda, per coloro che stavano cenando sulla spiaggia.

PARTE II

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:04:19 - flow version _RPTC_G1.1