Tensioni e sospetti nell'imminenza di una guerra contro gli Equi (Versione Latino Livio)

Tensioni e sospetti nell'imminenza di una guerra contro gli Equi
Autore: Livio

I consoli successori furono Aulo Postumio Albo e Spurio Furio Fubio.

Non c’era dubbio che uno dei consoli avrebbe fatto guerra contro gli Equi. Perciò gli Equi si rivolsero ai Volsci di Ecetra; per chiedere con premura- tanto quelle città combatterono con un odio perpetuo contro i Romani- era preparata la somma guerra. Gli Ernici lo vennero a sapere e comunicarono ai Romani che la gente di Ecetra era passata dalla parte degli Equi.

Sospetta fu anche la colonia di Anzio, poiché una tanto grande quantità di uomini erano passati dalla parte degli Equi.
E quei soldati furono accanitissimi durante la guerra contro gli Equi. Quando poi gli Equi furono ricacciati nelle loro città, essendo ritornata ad Anzio quella moltitudine Dispero di sua spontanea volontà allontanò quegli infidi dai romani.

La loro azione non era ancora pienamente sviluppata, di chiedere ai principi della colonia che erano stati chiamati a Roma, che cosa succedesse. Questi essendo venuti senza difficoltà, introdotti dai consoli in senato risposero alle domande, affinché furono congedati sempre più sospettati di quando arrivarono.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:04:45 - flow version _RPTC_G1.1